GLOBAL VOLUNTEER DAY

Il Global Volunteer Day esteso a tutto il gruppo è un programma che coinvolge le comunità del mondo con l’obiettivo di instillare lo spirito del volontariato fra i collaboratori DPDHL Group, incoraggiandoli a dedicare tempo ed energie per creare un impatto positivo nella realtà circostante. I collaboratori sono incoraggiati a organizzare attività in linea con i tre programmi di responsabilità aziendale di Deutsche Post DHL Group: GoGreen (protezione dell’ambiente), GoHelp (fornire supporto) e GoTeach (migliorare le opportunità di istruzione e lavoro).

Introdotto nelle regioni dell’Asia Pacifico nel 2008, il Volunteer Day è diventato sempre più importante anno dopo anno. Nel 2014 l’iniziativa ha attratto circa 108.000 partecipanti in 117 paesi che hanno collaborato con partner locali, clienti e organizzazioni no-profit o agenzie sociali, partecipando a oltre 1.000 programmi a vantaggio delle comunità locali.

Il volontariato ha trovato un enorme riscontro fra i collaboratori, come dimostrato dai tanti altri progetti di volontariato che vengono svolti nel corso dell’anno. Dal 2013 tutte le attività di volontariato vengono riconosciute e contate come attività GVD.


Il fondo Vivere la responsabilità

Il fondo Vivere la responsabilità supporta finanziariamente i progetti relativi alle comunità locali gestiti da organizzazioni no-profit e coinvolge le attività di volontariato dei nostri collaboratori. Anche in questo caso, molti dei nostri collaboratori si sono resi disponibili per il finanziamento di progetti nel 2012. Sono stati finanziati 79 progetti coinvolgendo oltre 4.159 collaboratori in 31 paesi del mondo. Nel complesso i collaboratori hanno devoluto 35.000 ore del proprio tempo ai progetti sociali. Il fondo Vivere la responsabilità ha donato circa 212.000 Euro in forma di donazione di beneficenza accreditata direttamente alle organizzazioni no-profit partecipanti. L’elevata partecipazione dimostra quanto i nostri collaboratori considerino importante l’impegno sociale. Contribuendo a risolvere i problemi delle comunità locali, non solo si aiuta la società, ma viene creato un senso di partecipazione e di squadra che viene poi riportato sul posto di lavoro.

I progetti vengono selezionati da una giuria composta dai rappresentanti delle varie divisioni nel gruppo e nei Corporate Center. Il finanziamento, che ha un tetto massimo di 4.000 Euro per progetto, è basato sul numero di ore che i collaboratori offrono al progetto stesso nell’arco dell’anno di riferimento.

In fase di selezione dei progetti, il fondo Vivere la responsabilità cerca iniziative che dimostrino caratteristiche di continuità e sostenibilità.